Spesa farmaceutica, si tocca quota 19,3 mld. Quella ospedaliera va oltre i 2 miliardi. Scarica il report

Nel 2021 la spesa farmaceutica nazionale complessiva è ancora al di sopra dei tetti di spesa previsti. Ha raggiunto quota 19,36 miliardi di euro con uno scostamento assoluto rispetto alle risorse complessive (14,85%, pari a 17,95 miliardi di euro) di 1,41 miliardi. L’incidenza sul Fondo sanitario nazionale è del 16,02%. Nello specifico, la spesa diretta ha sforato i tetti per 1,97 miliardi, mentre la convenzionata è rimasta al di sotto di 561 milioni.

Spesa convenzionata: diminuzione rispetto all’anno precedente

La spesa farmaceutica convenzionata netta a carico del SSN nel 2021 calcolata al netto degli sconti, della compartecipazione totale (ticket regionali e compartecipazione al prezzo di riferimento) e del pay-back 1,83% versato alle Regioni dalle aziende farmaceutiche, si è attestata a 7.582,9 mln di euro, evidenziando una diminuzione rispetto a quello dell’anno precedente (-33 milioni di euro).

Spesa diretta: solo Valle d’Aosta e Lombardia hanno rispettato il tetto di spesa

La spesa farmaceutica per acquisti diretti nel 2021 al netto dei gas medicinali (11.219,4 mln di euro, ovvero +428 mln rispetto al 2020) ha registrato uno scostamento assoluto di 1.968,6 mln di euro rispetto al tetto del 7,65%. In questo caso nessuna Regione è riuscita a rispettare il tetto di spesa tranne la Valle d’Aosta e la Lombardia.

Gas medicinali e farmaci innovativi

Per quanto riguarda la spesa per gas medicinali, lo scostamento assoluto rispetto al tetto dello 0,20% della spesa per acquisti diretti per gas medicinali è stato di +2,1 mln di euro.

Per i farmaci inseriti nel fondo per i medicinali innovativi non oncologici la spesa nel 2021 al netto del payback è stata pari a 297,7 milioni di euro mentre per i medicinali inseriti nel fondo per i medicinali innovativi oncologici, la spesa al netto del payback è stata pari a 618,3 milioni di euro.

SCARICA IL REPORT DI AIFA