Pharma Payback, miniproroga e rimodulazione tetti. L'emendamento Lorenzin in Finanziaria

Payback, miniproroga e rimodulazione tetti. L’emendamento Lorenzin in Finanziaria

Tempo fino al 28 febbraio 2021 per le aziende, sale all’8,5% il tetto per la spesa ospedaliera

Mini proroga per il payback e rimodulazione dei tetti di spesa. La Commissione Bilancio della Camera ha approvato un emendamento alla manovra finanziaria presentato dall’ex ministro della Salute, Beatrice Lorenzin del Partito democratico. Rispetto ai numeri previsti dal testo iniziale, l’emendamento Lorenzin modifica i tetti di spesa farmaceutica a favore di quella ospedaliera che sale all’8,5%, mentre il tetto per la spesa convenzionata passa dal 7,96% al 7%. Percentuali che, in base al secondo comma dell’emendamento, possono essere rideterminate annualmente ma senza intaccare il valore complessivo del 14,85% come predisposto in disegno di legge di bilancio da Ministero della Salute, sentita Aifa, e di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze sulla base dell’andamento del mercato dei medicinali e del fabbisogno assistenziale. Il testo iniziale della manovra prevedeva una rimodulazione diversa dei tetti della spesa farmaceutica, con il limite per gli acquisti diretti (ex ospedaliera) in aumento dal 6,89% al 7,55% e quello per la convenzionata in discesa dal 7,96% al 7,3 per cento.  La seconda novità riguarda il payback vero e proprio. L’attuazione dei nuovi tetti di spesa viene infatti subordinata al pagamento da parte delle aziende farmaceutiche degli oneri di ripiano relativi al superamento del tetto degli acquisti diretti della spesa farmaceutica del Servizio sanitario nazionale per l’anno 2018. Viene però concessa una mini proroga per le aziende che avranno tempo fino al 28 febbraio 2021 (e non fino al 31 gennaio 2021) con i pagamenti che saranno certificati da Aifa entro il 10 marzo 2021 anziché entro il 10 febbraio 2021 come da prima bozza del testo. Inoltre con l’emedamento i tetti vigenti si applicano qualora il pagamento degli oneri di ripiano sia inferiore a 895 milioni di euro. Gli eventuali minori pagamenti sono recuperati dall’Aifa su payback 2021 con una maggiorazione del 20%.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Pharma

Ogni giovedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Francesco Floris
Francesco Floris
Nato nel 1989, trentino, milanese d'adozione,. Giornalista freelance. Collaboratore di True-News, Fatto Quotidiano, Affaritaliani.it Milano, Linkiesta, Gli Stati Generali, Vice, Il Dubbio, Redattore sociale. Per segnalazioni scrivimi a francesco.floris@true-news.it o frafloris89@gmail.com

Più articoli dello stesso autore

Covid e patologie cardiovascolari. Battistina Castiglioni ne parla a The True Show

Come ha reagito la rete cardiologica alla pandemia Covid? La dottoressa Castiglioni, consigliere nazionale GISE, a The True Show

Anemia falciforme, gli esperti a confronto

Tremila casi in Italia ma è la punta dell'iceberg: la dottoressa Erica Daina e la professoressa Maria Domenica Cappellini spiegano cosa serve dal lato terapie e organizzazione contro la malattia rara causata da una mutazione genetica ereditaria

Rsa, il piano Regione-Finlombarda contro la crisi delle strutture

Fino a tre milioni di euro di garanzie da Regione Lombardia. Dentro al piano da 30 milioni di euro gestito da Finlombarda spa – il braccio finanziario della Regione – che in qualità di intermediario finanziario assicurerà il “sostegno del fabbisogno di liquidità” alle Residenza Sanitarie Assistenziali (Rsa) no-profit accreditate con il sistema sanitario regionale

Iscriviti a True Pharma

Ogni giovedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Covid e patologie cardiovascolari. Battistina Castiglioni ne parla a The True Show

Come ha reagito la rete cardiologica alla pandemia Covid? La dottoressa Castiglioni, consigliere nazionale GISE, a The True Show

Anemia falciforme, gli esperti a confronto

Tremila casi in Italia ma è la punta dell'iceberg: la dottoressa Erica Daina e la professoressa Maria Domenica Cappellini spiegano cosa serve dal lato terapie e organizzazione contro la malattia rara causata da una mutazione genetica ereditaria

Rsa, il piano Regione-Finlombarda contro la crisi delle strutture

Fino a tre milioni di euro di garanzie da Regione Lombardia. Dentro al piano da 30 milioni di euro gestito da Finlombarda spa – il braccio finanziario della Regione – che in qualità di intermediario finanziario assicurerà il “sostegno del fabbisogno di liquidità” alle Residenza Sanitarie Assistenziali (Rsa) no-profit accreditate con il sistema sanitario regionale

Il 28 maggio è “Salute Direzione Nord”: le domande (giuste) per la Sanità del futuro

Il 28 maggio alla Fondazione Stelline di Milano, undicesima edizione della kermesse sul Sistema Salute organizzata da Inrete: tanti ospiti fra cui Fontana, Moratti e Sileri

In Italia 4119 “farmacie rurali”: nel Recovery 72mila € di investimenti ciascuna

Dal Recovery Plan 72mila € di investimenti per ognuna delle 4119 farmacie rurali che “operano nei comuni italiani con meno di 3mila abitanti”, a cui nel tempo sono stati tagliati i sussidi regionali a causa della riduzione del bacino d'utenza