Pharma Payback, miniproroga e rimodulazione tetti. L'emendamento Lorenzin in Finanziaria

Payback, miniproroga e rimodulazione tetti. L’emendamento Lorenzin in Finanziaria

Tempo fino al 28 febbraio 2021 per le aziende, sale all’8,5% il tetto per la spesa ospedaliera

Mini proroga per il payback e rimodulazione dei tetti di spesa. La Commissione Bilancio della Camera ha approvato un emendamento alla manovra finanziaria presentato dall’ex ministro della Salute, Beatrice Lorenzin del Partito democratico. Rispetto ai numeri previsti dal testo iniziale, l’emendamento Lorenzin modifica i tetti di spesa farmaceutica a favore di quella ospedaliera che sale all’8,5%, mentre il tetto per la spesa convenzionata passa dal 7,96% al 7%. Percentuali che, in base al secondo comma dell’emendamento, possono essere rideterminate annualmente ma senza intaccare il valore complessivo del 14,85% come predisposto in disegno di legge di bilancio da Ministero della Salute, sentita Aifa, e di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze sulla base dell’andamento del mercato dei medicinali e del fabbisogno assistenziale. Il testo iniziale della manovra prevedeva una rimodulazione diversa dei tetti della spesa farmaceutica, con il limite per gli acquisti diretti (ex ospedaliera) in aumento dal 6,89% al 7,55% e quello per la convenzionata in discesa dal 7,96% al 7,3 per cento.  La seconda novità riguarda il payback vero e proprio. L’attuazione dei nuovi tetti di spesa viene infatti subordinata al pagamento da parte delle aziende farmaceutiche degli oneri di ripiano relativi al superamento del tetto degli acquisti diretti della spesa farmaceutica del Servizio sanitario nazionale per l’anno 2018. Viene però concessa una mini proroga per le aziende che avranno tempo fino al 28 febbraio 2021 (e non fino al 31 gennaio 2021) con i pagamenti che saranno certificati da Aifa entro il 10 marzo 2021 anziché entro il 10 febbraio 2021 come da prima bozza del testo. Inoltre con l’emedamento i tetti vigenti si applicano qualora il pagamento degli oneri di ripiano sia inferiore a 895 milioni di euro. Gli eventuali minori pagamenti sono recuperati dall’Aifa su payback 2021 con una maggiorazione del 20%.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Pharma

Ogni giovedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Francesco Floris
Francesco Floris
Nato nel 1989, trentino, milanese d'adozione,. Giornalista freelance. Collaboratore di True-News, Fatto Quotidiano, Affaritaliani.it Milano, Linkiesta, Gli Stati Generali, Vice, Il Dubbio, Redattore sociale. Per segnalazioni scrivimi a francesco.floris@true-news.it o frafloris89@gmail.com

Più articoli dello stesso autore

Rai, c’è un nuovo “caso Report”. Anche Helbiz vuole conoscere le fonti anonime di Sigfrido Ranucci

Dopo la puntata di Report "Il mago di Helbiz", anche il colosso dei monopattini elettrici vuole conoscere le fonti anonime di Sigfrido Ranucci. Ha presentato una richiesta di accesso agli atti al Comune di Milano

Chi è la fidanzata di Gregorio Paltrinieri?

Chi è Letizia Ruoli, la fidanzata del nuotatore Gregorio Paltrinieri? I due sono molto riservati ma sono insieme da tanti anni

Cantieri sulle autostrade: la mappa di agosto in Italia

Oltre alla normale presenza di ingorghi sulle direttrici più trafficate, quest'estate la viabilità sulle autostrade sarà complicata dalla presenza di quasi 400...

Iscriviti a True Pharma

Ogni giovedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Test prenatale non invasivo, passa emendamento Pd per la gratuità: 500mila euro e soglia Isee. Al via sperimentazione in Lombardia

Passa emendamento Pd al bilancio di assestamento di Regione Lombardia: test prenatali gratis per donne over 35 in gravidanza. Più sicurezza per donne e feti. Letizia Moratti: via alla sperimentazione. La misura prevede 500mila euro di fondi nel 2021 e soglie Isee

OsMed 2020, numeri e novità sui farmaci in Italia: 30 mld di spesa. Meno antibiotici con il Covid, quinti Europa sui farmaci orfani

La spesa farmaceutica in Italia? Nel 2020 è stata pari a 30,5 miliardi di euro. Una cifra pari al 2019, con la pandemia che non ha quindi incrinato, né fatto esplodere, la richiesta di farmaci da parte di cittadini e servizio sanitario.

Sanità lombarda, Emanuele Monti: “Al lavoro da agosto. Priorità? La partecipazione attiva di associazioni e ordini professionali”

La riforma della legge 23 sbarca in consiglio regionale. Il presidente della Commissione Sanità Emanuele Monti: "Al lavoro da agosto".

“Noi, coop di medici in pandemia. Il futuro è della medicina organizzata di prossimità”

Il futuro è la medicina di prossimità organizzata. E le coop di medici avranno sempre più un ruolo per "essere un centro servizi a supporto del cittadino e del medico"

Sanità lombarda e Pnrr, il 40% di Ospedali e Case di Comunità pronti nel 2022

Attilio Fontana e Letizia Moratti, in conferenza stampa, hanno presentato la riforma della legge 23. La promessa? "Tempi certi"