Future A Berlino la torre di legno più alta d’Europa

A Berlino la torre di legno più alta d’Europa

Sarà fatta perlopiù di legno e sarà alta quasi cento metri (98, per l’esattezza), per un totale di 90 milioni di euro d’investimento. La torre che sorgerà a Kreuzberg, un quartiere di Berlino, è un test importante, sia dal punto di vista architettonico che ambientale, visto che userà il cemento (materiale molto inquinante) soltanto per le fondamenta e altri punti basilari. Il resto, appunto, sarà fatto di legno.

Il progetto, chiamato “WoHo” (diminuitivo di Wohnhochhaus), è ovviamente molto ambizioso ma – ci tengono a precisare i suoi costruttori – non vuole rovinare lo spirito della città, già alle prese con la gentrificazione e le proteste dei suoi combattivi abitanti. Il 60% degli spazi di WoHo sarà destinato ad abitazioni, un terzo dei quali saranno ad affitto controllato, ad esempio. Quanto ai parcheggi, saranno pochissimi, per favorire l’uso delle piste ciclabili e dei mezzi pubblici. Insomma, una torre per tutti in una città che vuole rimanere aperta e accessibile a tutti, senza favorire speculazioni e le solite residenze per ricchi. Anche per questo WoHo è stata soprannominata “la torre anti-Amazon”, in riferimento al discusso grattacielo che il gigante americano sta costruendo nell’est della capitale tedesca.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Future

Ogni mercoledì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Nuovo ospedale San Paolo e San Carlo a Milano, quanto costa il “polo unico”? Il documento esclusivo di Regione

San Paolo e San Carlo a Milano, quanto costerebbe unire gli ospedali? L'analisi economico-gestionale comparativa in esclusiva su True Pharma

Ecco le lauree scientifiche che servono all’Italia. Il report Anpal-Unioncamere

Campo energetico-ambientale ma anche chimico, matematico e fisico. Ecco le principali lauree che serviranno all'Italia

La squadra che guida il nuovo Centro Nazionale Comitati Etici per le sperimentazioni cliniche

Il nuovo Centro Nazionale Comitati Etici per le sperimentazioni cliniche? Sarà guidato da Remuzzi, Brusaferro e Magrini

Iscriviti a True Future

Ogni mercoledì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Amazon ha difficoltà a trovare lavoratori (e a tenerli)

Lavoratori "consumati" che si licenziano subito (e altri problemi)

5 consigli (+1) per un brand su TikTok

Cosa fare (e cosa evitare) per promuversi su TikTok