Live

I lavori da tenere d’occhio nei prossimi dieci anni

Programmatori e analisti di dati, ma anche infermieri e "scrum master": tutte le professioni su cui puntare nel futuro.

Energia, informatica e sanità. Sono queste le tre parole da seguire come una stella polare nel futuro del lavoro. È in questi settori, infatti, che si concentrano le professioni che saranno più ricercate nei prossimi dieci anni.

Vince l’informatica

Certo, stilare una top ten può essere difficile: ogni classifica e previsione dà risultati lievemente diversi, ma è possibile fare un quadro generale delle figure professionali che avranno più successo nel mondo post-Covid. Secondo Business Insider, ad esempio, il primato va agli sviluppatori di software e agli analisti e collaudatori di controllo di qualità dei software, confermando un trend che ormai è attivo da molti anni.

“Il software – si suol dire – ha mangiato il mondo”, ed è quindi inevitabile che tra le prime posizioni ci sia molta informatica, dalla programmazione di software alla gestione della cloud. Ed ecco una prima new entry, quella del settore dei Big Data, che avrà sempre più bisogno di ingegneri e specialisti. Si tratta dell’analisi di moli di dati enormi, fatta attraverso programmi sofisticati e intelligenze artificiali, che avranno bisogno di specialisti appositi.

Dallo scrum alla sanità

Rimanendo nel mondo dell’innovazione, ecco che Adecco, agenzia di selezione del personale leader del settore, prevede invece l’ascesa dello scrum master. Si tratta di una figura particolarmente presente nel settore delle startup, dinamica e carismatica, in grado di gestire un team nello sviluppo di un software in modo veloce e reattivo. A metà strada tra un manager e un ingegnere, lo scrum master può fare il cattivo e bel tempo in un’azienda innovativa.

Tutta questa innovazione non ha però molto senso se non si riesce ad usarla. Ed è a questo che servono gli UX designer, altra figura data in ascesa, dei progettisti specializzati nella creazione di interfacce digitali che siano facili da usare e intuitive, migliorando la User Experience.

Infine, il mondo medico, che vedrà una domanda costante sia infermieri che di personale specializzato, allargandosi fino ai fisioterapisti e agli esperti di personal care, essenziali per un mondo sempre più accasciato e anziano.