Economy La disfida delle Fiat 500: Stellantis vs Eni e la battaglia sul...

La disfida delle Fiat 500: Stellantis vs Eni e la battaglia sul car sharing

Fra le due non ci sono più rapporti. Ora potrebbero farsi la “guerra” su mobilità sostenibile e condivisa nelle città italiane. O al contrario siglare una tregua ed entrare in sinergia. Da una parte Enjoy – il car sharing di Eni – con la sua flotta di quasi 2mila mezzi rosso fiammanti sparsi fra Milano, Roma, Torino, Bologna e Firenze. Dall’altra LeasysGO, il primo car sharing elettrico che permette di noleggiare le nuove Fiat 500.

Morale? Fiat 500 contro Fiat 500. Benzina contro elettrico. Ma anche Eni contro Stellantis-FCA. La grande industria di Stato, riconvertita per l’occasione alla sharing economy, contro il più importante gruppo industriale privato nella storia della penisola, oggi sovranazionale. Pronto a entrare nel mercato con il suo car sharing elettrico, realizzato anche grazie al team e-Mobility di Stellantis. Attivo a Torino da gennaio. Ora a Milano con 400 auto. In procinto di atterrare su Roma con altre 200 e poi Lione magari per onorare i cugini francesi della fusione.

Chissà come l’hanno presa dalla parte del Cane a sei zampe: già, perché Leasys – colosso del noleggio a lungo termine in Italia, nata come joint venture fra Fiat ed Enel e oggi controllata da Fca bank – è stata fino al 2018 il fornitore di Enjoy: si occupava di gestire la flotta a partire dalla manutenzione delle auto. Ma da quando il contratto è scaduto tra le due non ci sono più rapporti. La battaglia si giocherà su tariffe, customer service, sensibilità e storytelling ambientale, sulla rete delle colonnine di ricarica pubbliche. Destini che s’incrociano. Almeno al semaforo.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Francesco Floris
Francesco Floris
Nato nel 1989, trentino, milanese d'adozione,. Giornalista freelance. Collaboratore di True-News, Fatto Quotidiano, Affaritaliani.it Milano, Linkiesta, Gli Stati Generali, Vice, Il Dubbio, Redattore sociale. Per segnalazioni scrivimi a francesco.floris@true-news.it o frafloris89@gmail.com

Più articoli dello stesso autore

Allegri in pole per la panchina del Real (e Zidane alla Juve?)

L'ex tecnico di Milan e Juventus se la gioca con la bandiera di Madrid Raul Gonzalez Blanco. E intanto Allegri studia lo spagnolo con la compagna Ambra Angiolini

Salute Berlusconi, gli effetti del “long Covid”: ecco come sta

Girano voci contrastanti riguardo la salute di Berlusconi: il Presidente di Forza Italia è stato di nuovo ricoverato in ospedale per qualche...

Il giudice del “caso Salvini” che manda in tilt buonisti, sovranisti e pasdaran del lockdown

Nunzio Sarpietro assolve Salvini dal sequestro di persona per nave Gregoretti. Il leader della Lega esulta: “Un giudice che studia”. Ma è lo stesso che ha tolto l'associazione a delinquere alla ong Proactiva Open Arms ed è stato beccato a pranzo al ristorante durante il lockdown

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Notizie Correlate

Nomine e parità di genere: il modello Invimit per le scelte di Draghi?

Un presidente uomo e un amministratore delegato donna (o viceversa) nel valzer delle nomine pubbliche? L'idea circola sul modello di Giovanna Della Posta in Invimit che affianca Trifone Altieri. Ma è più facile a dirsi che non a farsi

Lombardia, l’economia reagisce alla crisi. Ma teme l’incognita Superbonus 110%

E’ presto per dire che il paese ha voltato pagina. Certo è che la Lombardia sta rispondendo meglio. Se servizi, ristorazione e turismo vanno male, l'industria reagisce

Web tax, si parte. Dal rapporto con Usa ai paradisi fiscali, ecco i nodi da sciogliere

L’anno in corso segna una svolta importante per la tassazione dell’economia digitale, essendo prevista la prima effettiva applicazione della web tax italiana. Non mancano, tuttavia, questioni ancora da chiarire, soprattutto in riferimento ai rapporti, particolarmente critici, con l’amministrazione statunitense. A ciò si aggiunge l’assenza di un coordinamento a livello internazionale dovuta all’attuale emergenza da COVID-19

Make America Work Again. Il piano shock di Biden sul lavoro in Usa

Sleepy Joe ha deciso di scommettere il tutto per tutto nei suoi primi 100 giorni: l' American Jobs Plan è il secondo colpo che l’amministrazione ha sparato nel giro di due mesi

Plastic tax, l’eterno rinvio della tassa che tutti odiano

Plastic tax rinviata a gennaio 2022? Secondo la bozza del nuovo decreto sostegni sì, ma si attende l'ufficialità. Federazione gomma plastica e Coldiretti si oppongono alla misura