Classifica dei paperoni. Vince Musk con 203 miliardi, poi Arnault e Adani

Risale la old economy, in crisi le Big Tech. Ecco quanto emerge dal Bloomberg Billionaires Index che premia Elon Musk

Risale la old economy, in crisi le Big Tech. Ecco quanto emerge dal Bloomberg Billionaires Index, la classifica di Bloomberg che mette in ordine i più ricchi al mondo. Musk vince su Arnault e Adani.  Tra gli italiani Giovanni Ferrero 25mo con 38,6 miliardi, Paolo Rocca 136mo con 10,8 miliardi, Silvio Berlusconi 350mo con 6 miliardi e Giorgio Armani 471mo con 4,8 miliardi.

Dopo anni di dominio incontrastato, le Big Tech perdono terreno

Anche i ricchi piangono. Dopo anni di dominio incontrastato, le Big Tech perdono terreno. I venti billionaires del mondo tech nell’ultimo anno hanno lasciato sul terreno oltre 500 miliardi di euro, circa un quarto del debito pubblico italiano. I deludenti risultati degli utili nell’ultimo trimestre hanno alimentato i timori di recessione, spinto i prezzi delle azioni al ribasso e pesato sulle fortune delle persone più ricche del mondo. Le perdite per questi magnati sono arrivate dopo che la ricchezza collettiva dei miliardari è cresciuta di più durante i primi due anni della pandemia di Covid-19 che tra il 1987 e il 2010.

Nei primi mesi della pandemia, secondo Oxfam, ogni 30 ore veniva creato un nuovo miliardario.

 

Nel 2022 Mark Zuckerberg ha visto diminuire il proprio patrimonio personale di circa 90 miliardi di dollari

Sono ormai lontani i tempi quando Facebook – ora Meta – cresceva esponenzialmente. Nel 2022 Mark Zuckerberg ha visto diminuire il proprio patrimonio personale di circa 90 miliardi di dollari slittando in 29ma posizione – era tra i primi dieci all’inizio dell’anno – tanto da essere superato dal nostro Mr.

Nutella Giovanni Ferrero, che ha scalato la classifica fino al 25esimo posto con 38,6 miliardi di dollari, subito alle spalle di Michael Dell con 46 miliardi di dollari. La scorsa settimana le azioni di Meta hanno perso un quarto del loro valore dopo la diffusione della trimestrale. Le entrate della società sono rallentate per il secondo trimestre consecutivo e le perdite legate al progetto “Metaverso” sono aumentate in maniera significativa.

Anche i co-fondatori di Google, Larry Page e Sergey Brin, che sono tra le 10 persone più ricche del mondo, hanno accusato un colpo al loro patrimonio netto. Ognuno di loro ha perso più di 40 miliardi di dollari quest’anno: questa settimana Alphabet ha riportato il primo calo in assoluto nelle vendite pubblicitarie su YouTube.

Jack Ma (Alibaba) ha perso 9,3 miliardi di dollari

Fuori degli Stati Uniti Jack Ma ha fatto del suo ecommerce Alibaba uno dei più grandi imperi commerciali della Cina.

Ma quest’anno ha perso 9,3 miliardi dollari e, secondo l’indice, ha un patrimonio netto di 29,1 miliardi: è in trentasettesima posizione. MacKenzie Scott, che ha costruito la sua fortuna creando Amazon con il suo ex marito, Jeff  Bezos, ha perso più di 31 miliardi di dollari. È scesa al 45mo posto nel giro di due giorni. In controtendenza la fortuna di Zhang Yiming, il fondatore di ByteDance, la società madre di TikTok, cresciuta di 10,4 miliardi e che si attesta a 54,9 miliardi di dollari, ventiduesimo in classifica. Robert Pera, il fondatore del produttore di apparecchiature wireless Ubiquiti e proprietario dei Memphis Grizzlies della NBA, ha visto invece aumentare la sua ricchezza di 1,3 miliardi, dandogli un patrimonio netto di 14,7 miliardi.

Nonostante la crisi del settore, l’eclettico Elon Musk mantiene il primato malgrado il suo patrimonio sia calato rispetto all’anno precedente

Nonostante la crisi del settore, l’eclettico Elon Musk mantiene il primato malgrado il suo patrimonio sia calato rispetto all’anno precedente di ben 67 miliardi di dollari, ma non abbastanza da scalfire il suo primato con 203 miliardi di dollari. Al secondo posto il patron del colosso del lusso LVMH  Bernard Arnault con 138 miliardi.Medaglia di bronzo per l’indiano Gautam Adani, re dei porti in India, che vanta un patrimonio personale di 126 miliardi, in crescita di ben 49,4 miliardi nell’ultimo anno.

Nella top 5 anche il fondatore di Amazon Jeff Bezoscon 126 miliardi di dollari (-66 miliardi) e il fondatore di Microsoft Bill Gates con 111 miliardi (-27 miliardi).

Tra i 500 più ricchi al mondo anche gli italiani Giovanni Ferrero 25mo con 38,6 miliardi, Paolo Rocca 136mo con 10,8 miliardi, Silvio Berlusconi 350mo con 6 miliardi e Giorgio Armani 471mo con 4,8 miliardi.

Classifica miliardari nel mondo – La top 20 

Di seguito, la classifica dei miliardari del mondo con le prime 20 posizioni:

1.     Elon Musk (USA) – 203 miliardi di dollari

2.     Bernard Arnault (Francia) – 138 miliardi di dollari

3.     Gautam Adani – (India) 126 miliardi di dollari

4.     Jeff Bezos (USA) – 126 miliardi di dollari

5.     Bill Gates (USA) – 111 miliardi di dollari

6.     Warren Buffett (USA) – 103 miliardi di dollari

7.     Larry Ellison (USA) – 93,7 miliardi di dollari

8.     Larry Page (USA) – 87,8 miliardi di dollari

9.     Mukesh Ambani (India) – 87,1 miliardi di dollari

10.  Sergey Brin (USA) – 84 miliardi di dollari

11.  Steve Ballmer (USA) – 83,1 miliardi di dollari

12.  Carlos Slim (Messico) – 74,9 miliardi di dollari

13.  Charles Koch (USA) – 66,2 miliardi di dollari

14.  Julia Flesher Koch & famiglia (USA) – 66,2 miliardi di dollari

15.  Jim Walton (USA) – 64,4 miliardi di dollari

16.  Rob Walton (USA) – 63,7 miliardi di dollari

17.  Francoise Bettencourt Meyers (Francia) – 63,2 miliardi di dollari

18.  Alice Walton (USA) – 62 miliardi di dollari

19.  Zhong Shanshan (Cina) – 60,9 miliardi di dollari

20.  Jacqueline Badger Mars (USA) – 55,5 miliardi di dollari

 

Qui la classifica dei primi 500

 

https://www.bloomberg.com/billionaires/