Economy Chi ha guadagnato dalla pandemia

Chi ha guadagnato dalla pandemia

Chi vince e chi perde, tra lavoro e affari, nella stagione Covid. Col dovuto rispetto per le tante vittime, abbiamo tentato una classifica di chi ci guadagna con la pandemia. È facile prendersela col salumaio all’angolo “che non paga le tasse e poi dichiara incassi stratosferici per prendere i soldi dallo Stato”. I bottegai potranno giovarsi dei 5 miliardi di “ristori”. Ma la strada è tutta in salita (per chi non è già fallito), infatti ballano 50mila aziende, con 300mila lavoratori a rischio. Poi c’è la cassa integrazione per i lavoratori dipendenti, prorogata fino a marzo 2021. Secondo l’Inps è già costata 2,8 miliardi di ore.   Ma il piatto è magro, la maggior parte può contare su un mensile da 998,18 euro. Buio fitto su chi ci ha guadagnato sul serio? Tranquilli, in via della Spiga a Milano (come in via Condotti a Roma) le “sciurette” possono contare sul contributo da 500 euro per la bici a pedalata assistita e i loro pargoli – a bordo del monopattino elettrico finanziato dallo Stato – possono raggiungere (Covid permettendo) il collegio San Carlo in un lampo. Ma il botto l’ha fatto Amazon. Besoz in sole 24 ore ha guadagnato 13 miliardi di dollari. Fatturato, vendite e azioni: una pioggia di dollari.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Più articoli dello stesso autore

Gig economy, significato e non solo: tutto quello che c’è da sapere

Che cos'è la Gig Economy? Perché questo fenomeno economico che sta crescendo a velocità esponenziale divide tanto l’opinione pubblica?

Concorsi scuola 2021: docenti e personale ATA

Diversi i concorsi scuola previsti nel 2021: tra questi 2 concorsi straordinari e 2 ordinari per docenti e uno per personale ATA

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Notizie Correlate

Reinventing Cities: pasticcio su Ferrovienord. Vince Hines ma il Nodo Bovisa è a rischio

L'offerta di Hines vince su Bovisa con 35 milioni per le aree. Ma c'è una sede di Ferrovienord che da sola costa 60 milioni di euro e non è prevista dal bando. Chi la paga? Ora la gara di Reinventing Cities rischia lo stallo. Manca una firma e il peso è tutto sulle spalle del dirigente di Palazzo Marino, Marino Bottini

Come sarà la riforma dell’Irpef di Draghi?

Tra gli obiettivi del PNRR c’è una profonda riforma fiscale principalmente attraverso una revisione dell’IRPEF. Che cosa ha in mente Draghi?

FS, Cdp, Camera di Commercio: che affari per David Casalini, re delle startup consulente della Pisano

David Casalini, fondatore e amministratore delegato di StartupItalia, è stato consulente della Pisano. Ma anche adesso che al ministero c'è Colao...

Processo Ubi: chiesti 5 anni per Santus, nella Bergamo che conta tremano Diocesi e Vaticano

La procura chiede 5 anni per Armando Santus, ex vicepresidente del Consiglio di Sorveglianza della Banca, numero uno della Fondazione Papa Giovanni XXII e fratello di un membro della segreteria di Stato vaticana. Dopo aver perso la banca locale a Bergamo tremano anche in Santi cittadini

Reinventing Cities: il Comune tira sul prezzo, i Cabassi boicottano la gara

Ormai la notizia gira nel mondo immobiliare. Reinventing Cities? I Cabassi (e tanti altri operatori) non saranno più della partita