Economy Che fa il governo per il lavoro delle donne?

Che fa il governo per il lavoro delle donne?

Anche il Governo, col premier Giuseppe Conte e col ministro Nunzia Catalfo, sembra guardare al lavoro delle donne con un’attenzione diversa. L’idea del premier (per nulla nuova a dire il vero) sarebbe quella di “promuovere l’occupazione femminile anche tramite agevolazioni per le donne e madri lavoratrici, definire un assegno unico universale per ogni figlio a carico, in accordo con una più organica riforma fiscale, potenziare l’accesso ai servizi per la prima infanzia favorendone in particolare il riequilibrio territoriale”. Bene, vedremo i fatti. Il Ministro del Lavoro, nella giornata contro la violenza sulle donne, ha sollevato un tema importante: “In Italia c’è una forma di violenza che, nonostante la sua gravità e diffusione, continua a far poco notizia: quella dei ricatti sessuali che le donne subiscono sul posto di lavoro”.  

Con la legge di Bilancio poi l’esecutivo mette in campo una serie di misure per aiutare le donne ad entrare nel mondo del lavoro e per realizzarsi professionalmente, come lo sgravio contributivo del 100% per le aziende che assumono donne disoccupate al Sud e per quelle del resto d’Italia che assumono donne disoccupate da almeno 24 mesi. Ci sono poi 20 milioni del MISE a sostegno dell’impresa femminile che prevede contributi a fondo perduto. Poi si aggiungono i provvedimenti a favore della genitorialità, come l’assegno unico universale per le famiglie, l’aumento dei fondi per gli asili nido e la proroga dell’assegno di natalità e dei 7 giorni di congedo di paternità. Un primo passo in vista del piano di investimenti per 2,4 miliardi da realizzare col Recovery Fund.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Più articoli dello stesso autore

Gig economy, significato e non solo: tutto quello che c’è da sapere

Che cos'è la Gig Economy? Perché questo fenomeno economico che sta crescendo a velocità esponenziale divide tanto l’opinione pubblica?

Concorsi scuola 2021: docenti e personale ATA

Diversi i concorsi scuola previsti nel 2021: tra questi 2 concorsi straordinari e 2 ordinari per docenti e uno per personale ATA

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Notizie Correlate

Reinventing Cities: pasticcio su Ferrovienord. Vince Hines ma il Nodo Bovisa è a rischio

L'offerta di Hines vince su Bovisa con 35 milioni per le aree. Ma c'è una sede di Ferrovienord che da sola costa 60 milioni di euro e non è prevista dal bando. Chi la paga? Ora la gara di Reinventing Cities rischia lo stallo. Manca una firma e il peso è tutto sulle spalle del dirigente di Palazzo Marino, Marino Bottini

Come sarà la riforma dell’Irpef di Draghi?

Tra gli obiettivi del PNRR c’è una profonda riforma fiscale principalmente attraverso una revisione dell’IRPEF. Che cosa ha in mente Draghi?

FS, Cdp, Camera di Commercio: che affari per David Casalini, re delle startup consulente della Pisano

David Casalini, fondatore e amministratore delegato di StartupItalia, è stato consulente della Pisano. Ma anche adesso che al ministero c'è Colao...

Processo Ubi: chiesti 5 anni per Santus, nella Bergamo che conta tremano Diocesi e Vaticano

La procura chiede 5 anni per Armando Santus, ex vicepresidente del Consiglio di Sorveglianza della Banca, numero uno della Fondazione Papa Giovanni XXII e fratello di un membro della segreteria di Stato vaticana. Dopo aver perso la banca locale a Bergamo tremano anche in Santi cittadini

Reinventing Cities: il Comune tira sul prezzo, i Cabassi boicottano la gara

Ormai la notizia gira nel mondo immobiliare. Reinventing Cities? I Cabassi (e tanti altri operatori) non saranno più della partita