Juventus, la scalata a Koulibaly è appena partita

Idee chiare quelle della Vecchia Signora che scelto appunto Koulibaly come sostituto del partente Matthijs De Ligt

Federico Cherubini è pronto a scalare il K2. La montagna nera che da azzurra può dipingersi di bianconero si chiama Kalidou Koulibaly. Il centrale senegalese è in scadenza nel giugno 2023 con il Napoli ed è al centro di intrigo internazionale di calciomercato.

La Juventus ha rotto gli indugi e fatto partire il proprio assalto

Idee chiare quelle della Vecchia Signora che scelto appunto Koulibaly come sostituto del partente Matthijs De Ligt. Incontro positivo mercoledì sera a Milano nella location di Palazzo Parigi in Porta Nuova tra l’agente del centrale senegalese, Fali Ramadani, e il direttore sportivo bianconero Federico Cherubini.

Il classico summit per dare il via alle grandi manovre. Sul tavolo un contratto triennale da 7 milioni a stagione per il difensore, in scadenza con il Napoli nel 2023. Attualmente KK percepisce 6 milioni più bonus e la Vecchia Signora sarebbe pronta a ritoccare gli emolumenti del numero 26 azzurro per portarlo alla corte di Max Allegri, che l’ha indicato come assoluta prima scelta per il reparto arretrato.

Juve pronta a presentare offerta da 30 milioni

Detto, fatto. La Juve è pronta a presentare al Napoli nei prossimi giorni una prima offerta ufficiale da 30 milioni di euro per il classe 1991, che De Laurentiis valuta 40 e preferirebbe vendere all’estero. Nelle scorse settimane si erano interessati al centrale Barcellona e Chelsea che adesso hanno virato su altri obiettivi. I catalani, infatti, puntano il francese Jules Koundè (Siviglia), mentre i londinesi lavorano per arrivare ad Nathan Akè del Manchester City.

Il  Chelsea duella con il Bayern Monaco per lo juventino De Ligt

Il difensore ha scelto di andare via da Torino tanto da aver declinato la proposta di Arrivabene per rinnovare il contratto (in scadenza nel 2024). Un no secco e perentorio che ha portato, inevitabilmente, la Juve a metterlo sul mercato: prezzo fissato intorno ai 90-100 milioni, nonostante una clausola rescissoria da 125. Uno sconto sul prezzo, ma denari comunque sufficienti per dare l’assalto a KK e regalarsi Nicolò Zaniolo.

Il tutto senza spendere un euro, ma finanziando il tutto dall’addio dell’olandese. Da Londra i Blues hanno messo sul piatto 75 milioni per il numero 4 juventino. La stessa offerta più alcuni bonus a corredo fatta dal Bayern Monaco, che al difensore olandese ha prospettato un quinquennale da 12 milioni a stagione.

Saranno giorni roventi in tal senso

Con un effetto domino clamoroso. Il Chelsea, infatti, in caso di fumata nera per De Ligt potrebbe tornare alla carica proprio per Koulibaly, complicando la vita di fatto alla Vecchia Signora.

Per la gioia di ADL che non può permettersi con la piazza napoletana già in subbuglio per il mercato low cost caratterizzato dagli addii eccellenti (Lorenzo Insigne, David Ospina e Dries Mertens) di svendere pure il muro difensivo azzurro. Oltretutto alla rivale storica e per antonomasia. “Ovunque tranne che alla Juve” fanno sapere da Castelvolturno. Sarà vero? Anche a Firenze dicevano così in inverno per Dusan Vlahovic che alla fine ha preso la strada della Continassa.

Tradotto: alla fine – come sempre nel mercato – saranno i soldi a farla da padroni e decidere la destinazione di Koulibaly. Ecco perché da Torino fanno sul serio e credono nella clamorosa operazione. La scalata juventina al K2 è appena incominciata…