Pharma Saliscendi del 26 novembre

Saliscendi del 26 novembre

La prima terapia genica inserita da Aifa in 648 vs la comunicazione di Diasorin che vince ma non convince

SALE

Zolgensma di Novartis, Prima terapia genica inserita da Aifa in 648

Zolgensma di Novartis è la prima terapia genica per l’atrofia muscolare spinale (SMA), inserita da AIFA nell’elenco dei medicinali a totale carico del Servizio Sanitario Nazionale in regime di 648, in attesa che venga completato l’iter procedurale ai fini della definizione del prezzo e della rimborsabilità a carico del SSN. L’approvazione del programma di accesso anticipato consentirà l’accesso all’innovativa terapia ai pazienti entro i primi sei mesi di vita di pazienti con diagnosi genetica o diagnosi clinica di SMA di tipo 1. Analoghi programmi di early access verranno attivati anche per le (diverse) altre terapie avanzate in arrivo? E come si inserirà in questo la proposta di negoziare anche i prezzi dei farmaci da inserire nella lista 648, definita dal nuovo Decreto Prezzi AIFA?

SCENDE
Giuliana Paoletti, Diasorin vince ma non convince. Problema di comunicazione?

Dopo mesi di sospetti, sequestri, presunti accordi “segreti” e “indicibili”, viene fuori che Diasorin aveva ragione. Il problema è politico – come spesso accade – e non giudiziario. Eppure l’immagine della società non cambia davanti all’opinione pubblica. Sarà un problema di comunicazione? Se sì, allora è il caso di bussare alla porta di Giuliana Paoletti, numero uno di Image Building, ingaggiata (da poco tempo, per carità) con lo scopo di migliorare la narrazione su Diasorin. Il test rapido professionale, almeno per lei, dà ancora esito negativo

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Pharma

Ogni giovedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Rocco Forte Hotels, l’hotellerie di lusso è un affare di famiglia

Dodici alberghi cinque stelle lusso sparsi nel mondo e oltre 200 milioni di sterline di fatturato l’anno. Rocco Forte Hotels è un gigante dell’hotellerie di lusso...

IPZS: storia, servizi e governance dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato

L’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato (IPZS) si configura come una società per azioni, coordinata in modo esclusivo dal Ministero dell’Economia e delle...

Sose, società partner del Mef per l’analisi dei dati fiscali

SOSE è la società che si occupa per il ministero della Finanza (Mef) dell’analisi dei dati fiscali. Ecco quali sono i suoi compiti

Iscriviti a True Pharma

Ogni giovedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Covid e patologie cardiovascolari. Battistina Castiglioni ne parla a The True Show

Come ha reagito la rete cardiologica alla pandemia Covid? La dottoressa Castiglioni, consigliere nazionale GISE, a The True Show

Anemia falciforme, gli esperti a confronto

Tremila casi in Italia ma è la punta dell'iceberg: la dottoressa Erica Daina e la professoressa Maria Domenica Cappellini spiegano cosa serve dal lato terapie e organizzazione contro la malattia rara causata da una mutazione genetica ereditaria

Rsa, il piano Regione-Finlombarda contro la crisi delle strutture

Fino a tre milioni di euro di garanzie da Regione Lombardia. Dentro al piano da 30 milioni di euro gestito da Finlombarda spa – il braccio finanziario della Regione – che in qualità di intermediario finanziario assicurerà il “sostegno del fabbisogno di liquidità” alle Residenza Sanitarie Assistenziali (Rsa) no-profit accreditate con il sistema sanitario regionale

Il 28 maggio è “Salute Direzione Nord”: le domande (giuste) per la Sanità del futuro

Il 28 maggio alla Fondazione Stelline di Milano, undicesima edizione della kermesse sul Sistema Salute organizzata da Inrete: tanti ospiti fra cui Fontana, Moratti e Sileri

In Italia 4119 “farmacie rurali”: nel Recovery 72mila € di investimenti ciascuna

Dal Recovery Plan 72mila € di investimenti per ognuna delle 4119 farmacie rurali che “operano nei comuni italiani con meno di 3mila abitanti”, a cui nel tempo sono stati tagliati i sussidi regionali a causa della riduzione del bacino d'utenza