Feste a tavola, la dieta green e smart

(Adnkronos) – Per un Natale smart dal punto di vista della salute e del benessere è utile arricchire la propria dieta con i cibi che aiutano a rimanere in forma. Dall’Enea arrivano alcuni consigli per una dieta ‘intelligente’, sicura e di qualità, che al tempo stesso promuove la biodiversità alimentare. 

Prima di tutto: preferire alimenti a basso impatto ambientale e prodotti derivanti da buone pratiche di coltivazione; consumare prodotti di stagione, valorizzando i prodotti locali e tipici del territorio; scegliere di mangiare in modo vario ed equilibrato; aumentare il consumo di prodotti di origine vegetale; non consumare alimenti prodotti con concimi e pesticidi. 

E ancora: favorire la salute del proprio microbioma intestinale, consumando alimenti funzionali e ricchi di fibre vegetali; mangiare cibo ‘sano e sostenibile’, seguendo sempre una dieta sana e bilanciata sul modello della dieta mediterranea e della piramide alimentare. Un’indicazione questa che consente di mangiare anche in maniera sostenibile dal momento che, spiega l’Agenzia, gli alimenti di cui è consigliato un consumo maggiore sono anche quelli che hanno un impatto ambientale minore; mangiare ‘sicuro’, scegliendo sempre prodotti controllati a tutela della sicurezza alimentare, conservandoli e preparandoli correttamente per evitare cross-contaminazioni; scegliere prodotti di origine nota, possibilmente a denominazione di origine e indicazione geografica, valorizzando territorio, tipicità e tradizioni. 

Infine: mangiare ‘sano e colorato’, consumando frutta e verdura di stagione in base ai 5 colori del benessere (rosso, verde, giallo, bianco e viola). A dicembre ce ne sono tanti che contengono vitamine, sali minerali e sostanze antiossidanti che fanno bene alla salute: arance, cachi, clementine, castagne, pere, mele, finocchi, indivia, cardi, kiwi, uva, broccoli, melagrane, barbabietole.