Live

Be cresce: valore di produzione oltre i 106 milioni (+27,8% sul 2020)

“Produzione oltre i 106 €/mln con un +27,8%, +35% sull’EBITDA Y/Y e +58,1% sull’EBT Y/Y. Sono risultati importanti derivanti sia da una crescita organica che da un attento M&A. A ciò si aggiunga un portafoglio clienti sempre più diversificato con grandi Istituti Internazionali, con notevoli prospettive di sviluppo nel medio periodo”. Così Stefano Achermann, CEO di Be, commenta  il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 Giugno 2021, che il Consiglio di Amministrazione di Be Shaping The Future S.p.A. (in breve “Be” o “laSocietà”), quotata sul Segmento STAR di Borsa Italiana, ha approvato in data odierna.

“Anche la PFN – con il consueto andamento ciclico con punte massime negative nei mesi centrali dell’anno – va pesata correttamente. Nel solo H1 2021 Be è stata impattata da uscite per oltre 15 €/mln, tenendo conto di distribuzione dividendi, acquisto azioni proprie e investimenti netti inM&A nonché dell’accounting del valore a scadenza delle Put&Call options in essere su partecipazioni di minoranza per circa 10,5 €/mln. Nei prossimi mesi ci concentreremo ancor di più sulla creazione di valore per i nostri maggiori clienti e su un processo di M&A selettivo con realtà che ci rinforzino, per competenze o su geografie, sin dall’immediato.”

Stefano Achermann, CEO di Be

Principali risultati consolidati al 30 giugno 2021

• Il Valore della Produzione è pari a € 106,7 milioni rispetto ad € 83,4milioni al 30 giugno 2020

.• Le aree di attività Business Consulting, ICT e Digital registrano rispettivamentericavi totali per € 76,0milioni(€ 58,0 milioni al 30 giugno 2020), € 25,0milioni(€22,3 milioni al 30 giugno 2020) e € 5,7 milioni (€ 3,1 milioni al 30 giugno 2020). Il valore della produzione realizzato dalle controllate estere si attesta neltotale a € 36,9 milioni (pari al 34,6% sul totale ricavi), rispetto ai € 29,7 milioniregistrati al 30 giugno 2020.

• Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) si attesta a € 17,5 milioni, in crescita del 35% rispetto a giugno 2020 (€ 13 milioni) con un EBITDA margin del 16,4 % contro il 15,5% al 30 giugno 2020.

• L’EBIT è pari a € 12,5 milioni, in crescita del 52,4% rispetto a € 8,2 milioni al 30 giugno 2020, con un EBIT margin dell’11,7% contro il 9,8% al 30 giugno 2020.

• L’EBT è pari a € 11,8 milioni, in crescita del 58,1% rispetto a € 7,5 milioni al 30 giugno 2020.

L’indebitamento finanziario netto si attesta a € 31,4 milioni (€ 25,9 milioni al 30giugno 2020), dopo aver distribuito dividendi per € 3,8 milioni, acquisito azioni proprie per € 0,4milioni ed avuto esborsi netti per M&A per € 11,4milioni. Il cambio di segno rispetto alla posizione positiva per € 3,3 milioni del 31 dicembre 2020 (negativa per€ 3,1 milioni su base pro-forma, includendo le Put&Call options) è dovuta anche alla usuale stagionalità degli incassi. Considerando anche il debito a lungo termine derivante dalleopzioni Put&Call in essere con i soci di minoranza, (€ 10,5 milioni al 30 giugno 2021) laposizione finanziaria netta complessiva è negativa per € 41,8 milioni.

Eventi significativi del primo semestre 2021

Nel corso del mese di gennaio il Gruppo Be ha raggiunto un accordo per l’acquisizionedell’86% del capitale sociale di Firstwaters GmbH, società di Management Consulting,con sede a Francoforte e Vienna, per il segmento delle Financial Institutions.L’accordo ha comportato l’acquisizione iniziale da parte di Be dell’85,71% del capitalesociale di Firstwaters nel primo trimestre del 2021 a fronte di un prezzo di € 10,2milioni. Be completerà l’acquisto delle azioni rimanenti alla fine dell’esercizio 2024.Il prezzo della parte rimanente sarà basato sui risultati della società nel 2022, 2023 e2024.Nel corso del mese di gennaio il Gruppo Be ha perfezionato l’acquisizione del rimanente10% del capitale sociale di Be Shaping The Future GmbH.

La società gestisce tutte le partecipazioni nell’area Germania, Austria e Svizzera. L’accordo anticipa di quattro anni unpassaggio previsto inizialmente al termine dell’esercizio 2024.Sempre nel mese di gennaio il Gruppo Be ha completato l’acquisto delle quote di minoranzadelle società IQUII e Juniper Extensible Solutions per realizzare un polo di soluzioni diDigital Engagement che si ponga come leader in Italia nello specifico settore.Successivamente in aprile la società Juniper S.r.l è stata oggetto di fusione perincorporazione nella società IQUII S.r.l.Nel corso del mese di febbraio il Gruppo Be ha acquisito il 60% del capitale sociale di BeYour Essence (“BYE”), startup innovativa a vocazione sociale costituita come SocietàBenefit e certificata B Corp, nata per iniziativa di Oscar Di Montigny per offrire alle maggiorirealtà pubbliche e private del nostro Paese servizi consulenziali in tema di Innovability(nuova disciplina che coniuga innovazione e sostenibilità).

In data 22 aprile 2021 l’Assemblea degli Azionisti si è riunita in prima convocazione in sede ordinaria deliberando in merito a:

– approvazione del Bilancio di Esercizio al 31 dicembre 2020, destinazionedell’utile di esercizio 2020 e distribuzione del dividendo;

– approvazione della relazione sulla remunerazione ex Articolo 123-ter D. Lgs. 24febbraio 1998 n. 58;

– nuovo piano di acquisto e disposizione di azioni proprie, previa revocadell’autorizzazione all’acquisto e disposizione di azioni proprie concessa dall’Assemblea Ordinaria degli Azionisti del 22 aprile 2020;

– nomina del nuovo Collegio Sindacale della Società cui è stato affidato l’incarico per tre esercizi, e pertanto fino all’approvazione del bilancio relativo all’esercizio che sichiuderà il 31 dicembre 2023, composto dai seguenti (3) sindaci effettivi, Stefano DeAngelis (Presidente), Rosita Francesca Natta, Giuseppe Leoni e dai seguenti (2) sindaci supplenti, Susanna Russo, Roberta Pirola

– conferimento dell’incarico novennale di revisore legale dei conti, oltre che dellarevisione della DNF consolidata per il triennio 2021-2023, su proposta delConsiglio di Amministrazione, che a sua volta ha preso atto dellaraccomandazione formulata dal Collegio Sindacale uscente, alla società direvisione PricewaterhouseCoopers S.p.A..

Nel mese di giugno il Gruppo Be, facendo seguito agli accordi contrattuali sottoscritti insede di acquisizione, ha acquisito dai soci di minoranza un ulteriore 30% di Fimas GmbHed un ulteriore quota del 20% di Payments and Business Advisors S.L. (Paystrat), portandola propria quota di partecipazione rispettivamente al 90% in Fimas ed all’80% in Paystrat.

Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura del periodo

Durante il mese di luglio Be ha raggiunto un accordo preliminare per l’acquisizione del 55% del capitale sociale di una società di Management Consulting basatain Svizzera – specializzata nella Financial Industry – con circa € 9 milioni difatturato. Il prezzo previsto, subordinatamente a Due Diligence, sarà di € 4,7 milioni afronte di un EBITDA della società di € 1,14 milioni e di una PFN positiva di € 0,9milioni. Il prezzo per il 55% iniziale sarà parzialmente pagato al closing e poidefinitivamente adeguato alla fine dell’anno fiscale 2021 in base alla performance mediadell’EBITDA raggiunto dalla società nel 2020 e 2021. Gli attuali amministratori delegati resteranno azionisti di minoranza della società target e si sono impegnati a guidare la crescita dell’azienda. Be completerà poi l’acquisizione delle azioni rimanenti attraverso una struttura di opzioni Put&Call da esercitare nei prossimi anni.

Be si è aggiudicata un nuovo incarico pluriennale con una importante IstituzioneFinanziaria Tedesca avente un ruolo “sistemico” nel mercato dei servizi finanziari inGermania ed in Europa. Il contratto prevede la fornitura da parte di Be di serviziprofessionali di consulenza organizzativa ed IT per un valore complessivo minimo di€ 8 milioni in tre anni. L’obiettivo del progetto è la gestione in esercizio di alcuni dei sistemi a maggiore criticità nonché il supporto ad una rapida transizione verso processi etecnologie IT all’avanguardia. L’accordo richiede che i servizi siano erogati nel territorio delLussemburgo e della Repubblica Ceca. Per il Gruppo Be si apre, dunque,l’opportunità di espandere le proprie attività – attraverso la creazione di due nuove societàcontrollate – in due nuovi mercati ad alto potenziale, anche facendo leva sul contratto vintocome base per l’ulteriore crescita.

Evoluzione prevedibile della gestione

Alla luce dei risultati del periodo e nonostante l’incertezza macroeconomica a seguitodella pandemia di Covid-19, la Società conferma un buon trend di crescita. Se le tendenze di mercato e le intenzioni di spesa dell’Industria dei Servizi Finanziari si manterranno costanti, si ritiene di poter conseguire – e forse superare – gli obiettivi annuali e più in generale del Piano aziendale 2020-2022.