EDIZIONE GIORNALIERA | 9 LUGLIO 2020

Tutte le notizie prima di andare a cena

Niente Festa dell'Unità a Milano
Tutto rinviato in primavera. Inside

Niente Festa dell’Unità a Milano. Secondo quanto può riferire in anteprima Affaritaliani.it Milano da fonti qualificate, nel capoluogo, dopo l’estate, non si terrà la tradizionale kermesse dem, l’unico momento in città di confronto partitico sopravvissuto alle grandi manifestazioni arrivate fino a metà anni 2000. Il Covid, però, rallenterà anche la Festa democratica. Nel resto d’Italia, invece, il Pd sta organizzando i suoi momenti di riunione e riflessione… (di Fabio Massa). LEGGI

PAT, niente morti in eccesso
La relazione della Commissione cambia tutto

Presentato il rapporto della Commissione di Verifica sul Pio Albergo Trivulzio: assenteismo del personale superiore alla media, ma mortalità inferiore. Ma chi ha portato il Covid al Pat? Per lungo tempo la Regione è stata additata come l’ente che ha fatto entrare il Coronavirus mediante il trasferimento di pazienti infetti… (di Fabio Massa).   LEGGI

Coronavirus: 119 i nuovi positivi
Oltre 11 mila tamponi, 5 i decessi

morti causati dal coronavirus in Lombardia nelle ultime 24 ore sono stati 5, portando il totale a 16.730. I ricoverati in terapia intensiva, segnala il bollettino quotidiano della Regione, sono diminuiti di 3 unità. LEGGI TUTTI I DATI

Alla scoperta del Parco Monte Stella

Il weekend? Al parco! Il post lockdown a Milano ha rappresentato per molti una svolta nelle proprie abitudini, soprattutto per quanto riguarda il tempo libero. E se da un lato con la riapertura delle regioni una buona parte dei milanese DOC è rimasta fieramente ancorata al desiderio di “fuga” dalla città verso destinazioni di mare, lago o montagna, un’alta percentuale di essi sta invece riconvertendo il proprio weekend alla riscoperta dei verdeggianti parchi cittadini. Tra questi, anche se sicuramente meno noto dei blasonati Parco Sempione o Giardini Indro Montanelli, ma non meno ricco di fascino, una particolare menzione va al Parco Monte Stella (sì, quello che tutti noi conosciamo con il più amichevole appellativo di “Montagnetta”). Soprattutto negli ultimi mesi, questo polmone verde a poca distanza dal cuore pulsante della città – amatissimo da runner e famiglie – sta infatti diventando protagonista di una vera e propria rinascita. Realizzati negli anni ’60 dall’architetto Piero Bottoni per riconvertire in un angolo verde i cumuli di macerie degli edifici bombardati dagli Alleati e i materiali utilizzati per la costruzione della linea M1 della metropolitana milanese, già dal 2003 i suoi spazi verdeggianti sono diventati portatori di un messaggio di speranza e solidarietà. A partire da allora infatti, nella porzione di parco che ospita il Giardino dei Giusti di tutto il mondo, ogni anno splendidi ciliegi in fiore vengono intitolati a uomini e donne coraggiosi che hanno aiutato le vittime di genocidi, di persecuzioni e di regimi totalitari. Proprio sulla scia di questo messaggio di speranza oggi, quasi vent’anni dopo, al termine della prima, vera emergenza sanitaria di impatto globale, l’Associazione senza scopo di lucro Milano Loves You ha deciso, con l’aiuto di una campagna di raccolta fondi su base volontaria, di regalare alla città e ai suoi abitanti il Bosco del Respiro, un “monumento naturale” in ricordo delle vittime lombarde del COVID 19. Questo nuovo polmone verde sulla sommità del Parco, come suggerisce il nome, diventerà nei prossimi mesi un luogo di pace e relax in cui riscoprire il contatto con la natura e fornire allo stesso tempo un approccio positivo a una memoria collettiva. Ma nell’attesa che il Bosco del Respiro preda vita, perché non iniziare a scoprire le bellezze del Parco Monte Stella concedendosi una passeggiata lungo i suoi sentieri o un giro in mountain bike, organizzando un pic nic o qualche attività all’aria aperta? Il parco è aperto ogni giorno a ospiti di tutte le età. Per chi invece desiderasse diventare tra gli artefici del nuovo Bosco del Respiro, le donazioni per l’acquisto di 2.000 nuovi alberi possono essere effettuate già da ora – a titolo totalmente volontario – sulla piattaforma di raccolta fondi Rete del Dono, a questo link.LEGGI DI PIU’ SU WHERE (clicca clicca clicca QUI).     (foto credit: Comune di Milano)

Michele Bravi patteggia 1 anno e 6 mesi per "omicidio stradale"

Il cantante Michele Bravi, che nel novembre 2018 alla guida di un’auto era stato protagonista di un incidente con una donna in moto a Milano ed era per questo stato accusato di omicidio stradale dopo che la donna era morta, ha ottenuto il patteggiamento a un anno e sei mesi con sospensione della pena. Il al gup Aurelio Barazzetta ha accolto la richiesta della difesa del 24enne che era uscito dal talent show XFactor.

Milano: spedizione punitiva con movente passionale, 3 arresti

Sono stati arrestati a Milano P.F. 19enne e D.A. 23enne, entrambi italiani, e H.E. 23enne rumeno, responsabili a vario titolo di tentato omicidio, porto ingiustificato di armi ed oggetti atti all’offesa e maltrattamenti. Lo scorso 15 giugno scorso un ragazzo era stato aggredito da due soggetti, uno dei quali lo aveva colpito con una coltellata al fianco.

Leggi una notizia dal mondo

Amazon will disclose merchant names to discourage rogue sales

Listing names and address could curb sales of dangerous and counterfeit items, and comes less than three weeks before CEO Jeff Bezos will testify before Congress. LEGGI