EDIZIONE GIORNALIERA | 29 GIUGNO 2020

Tutte le notizie prima di andare a cena

Lombardia, mascherine per altri 15 giorni
Fontana: con l'autonomia risposta più efficace

Mascherine obbligatorie per almeno altri 15 giorni. Questa è la decisione ufficiale del governatore lombardo sulla proroga della misura per il contenimento dell’epidemia di coronavirus. Attilio Fontana è interventuto all’evento “I discorsi del coraggio – Salute Direzione Nord” che si è tenuto oggi al Palazzo delle Stelline di Milano. “Abbiamo parlato a lungo con tanti esperti e riteniamo che per una questione di precauzione sia giusto proseguire in questa direzione, visto che i numeri stanno andando bene”, ha aggiunto il governatore. LEGGI

Sala: Autonomia? Rischio divisioni
Per rilancio non guardare al consenso

Il sindaco: “Credo che il tema sia ragionare oggi di interesse del Paese e capire quali sono gli elementi su cui ricostruire una nuova idea di Paese”. “Oggi sentivamo e leggevano di una ipotesi di prolungamento della Cig e del divieto di licenziare, che va benissimo nella misura in cui e’ associata a un piano di rilancio importante”. A dirlo e’ il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, che oggi ha partecipato all’evento ‘I discorsi del coraggio’ della rassegna Direzione Nord in corso al Palazzo delle Stelline. “Credo che sia quasi impossibile fare una cosa perfetta su come investire i fondi che ci arrivano, essendo l’Italia un paese con tanti problemi, ma e’ l’esercizio che bisogna fare. Credo che sia necessario da questo punto di vista essere rapidi, in questo senso coraggiosi e fare una proposta al paese. Senza anche troppo stare a pensare al tema del consenso perche’ altrimenti di consenso si muore”, ha aggiunto Sala. Per il sindaco “dipendera’ molto dalla capacita’ di scegliere. Qui stara’ il coraggio, nel non ricercare puramente consenso, nel non guardare sondaggi elettorali, questo bisognera’ fare se si vuole il bene comunita’. Continua a leggere 

Bressi, gesto folle e accuse alla moglie
Domani le autopsie sui corpi dei ragazzi

Una lunga lettera di accusa alla moglie e un messaggio che non lascia dubbi sul movente: “Hai rovinato la nostra famiglia”. Cosi’ Mario Bressi, 45 anni, ha scritto alla moglie prima di uccidere i due figli e poi togliersi la vita. Martedi’ e’ stata intanto fissata l’autopsia: il mandato è stato dato all’anatomopatologo Paolo Tricomi, perito della procura di Lecco. L’esame dovra’ spiegare come sono morti Elena e Diego, i gemelli di 12 anni uccisi dal padre in Valsassina. L’esame autoptico prevede anche analisi tossicologiche cosi’ come verra’ effettuato l’esame anche sul corpo dell’uomo, Mario Bressi, 45 anni, impiegato di Gessate, in provincia di Milano. Leggi

Stazione Tibaldi, al via i lavori
Milano, ecco come sarà la 'Circle Line'

Un nuovo tassello verso la realizzazione dell’Accordo di Programma per la rigenerazione degli scali Ferroviari, una nuova infrastruttura di mobilità a servizio dei cittadini di Milano e dell’area metropolitana. Partono il 1° luglio i lavori per la realizzazione della nuova stazione Tibaldi, all’altezza di via Fedro, vicino all’Università Bocconi che sarà così ancora più facilmente raggiungibile. La stazione entrerà in servizio nel 2023 come fermata della linea suburbana S9. CONTINUA A LEGGERE

Coronavirus, un solo decesso nelle ultime 24 ore

Sono 78 i nuovi contagi oggi in Lombardia, di cui 21 a seguito di test sierologici e 28 debolmente positivi. Ieri i positivi erano stati 97. In calo anche i morti, solo uno oggi rispetto ai 13 di ieri per un totale di 16.640 dall’inizio dell’emergenza. Aumentano i guariti dal coronavirus: sono 201 in più, per un totale di 66.376. Stabili invece i ricoveri, che sono 321 (-2 rispetto a ieri), a cui si sommano i 43 in terapia intensiva (invariati). Oggi sono stati effettuati 7991 tamponi per un totale complessivo di 1.030.431(Barbara Ciabò)

L'ospedale di Cremona torna alla vita: 15 nuovi nati in 24 ore

Quindici nuovi nati in 24 ore tra cui due gemelli: nel reparto di Ostetricia dell’ospedale Maggiore di Cremona torna letteralmente la vita, dopo i mesi da incubo dell’emergenza Coronavirus. Le dieci bambine ed i cinque bambini sono venuti al mondo tra venerdì e sabato. Ed è stato necessario trovare un posto extra per l’ultimo nato in quanto in ostetricia c’era il tutto esaurito. Una mini-emergenza infinitamente più dolce rispetto a quella in corso sino a poche settimane fa. “E’ stata un’esplosione di gioia”, hanno commentato i medici di Cremona. 

Leggi una notizia dal mondo

The $5 forests and the palm oil deals worth billions

101 East investigates how swathes of pristine Indonesian rainforest were bought for just $5 a hectare.  LEGGI